logo CENTRORADIO Snc (VE)

PRODUTTORI

PAGA SICURO

carte di pagamento

Renault Clio 4 di Amorino: upgrade dell'impianto audio originale.


Sembra sempre la solita storia... ma ogni volta è una storia nuova! Un'auto di nuova generazione, con una sorgente profondamente integrata ed un impianto audio che non riesce proprio a suonare bene.

Amorino è divenuto un cliente affezionato dopo aver sottoposto alle nostre cure la sua precedente vettura, un'Alfa Romeo Giulietta, anch'essa affetta da questa incapacità di intrattenere con buona musica i suoi passeggeri.

Essendo il nostro cliente un professionista che macina decine di migliaia di chilometri all'anno, ben presto è trovato a dover sostituire la sua vettura ed ora è venuto in possesso di una nuova Renault Clio 4.

Vista la precedente esperienza, ci ha messo poco a capire che la "situazione sonora" era perfino più deprimente della Giulietta. Tanto per capirci... la sorgente non è dotata di lettore CD e dalla porta USB legge solamente files mp3!

Inoltre, risultava evidentissimo che le strutture delle portiere Clio erano davvero "leggerine" tanto da emettere rumori preoccupanti ad ogni chiusura delle stesse, con le lamiere che addirittura si flettevano.

C'è voluto poco per definire insieme il progetto di questo nuovo upgrade.

L'intervento andava basato sull'impiego dell'ormai irrinunciabile Mosconi D2 100.4 DSP, in grado di acquisire il segnale ad alto livello fornito dalla sorgente originale e di permetterne una sofisticata elaborazione.

Con due dei suoi canali abbiamo deciso di pilotare il fronte anteriore mentre i rimanenti due canali, configurati a ponte, li abbiamo sfruttati per pilotare il subwoofer.

L'amplificatore ha trovato posto, grazie ad un pannellino opportunatamente sagomato, in uno spazio inutilizzato all'interno del cruscotto.

Per il fronte anteriore abbiamo scelto il kit a 2 vie Gladen ZERO 165, che grazie alla sua sensibilità ed alle sue doti timbriche rappresenta una delle migliori scelte per massimizzare i risultati sonori contenendo più possibile i costi.

Valutato che le predisposizioni dei tweeter non garantivano un corretto orientamento del componente, abbiamo preferito un'installazione a montante grazie ai supporti angolati forniti a corredo del kit.

I woofer hanno trovato posto nelle predisposizioni delle portiere, non prima di averle sottoposte ad una pesante insonorizzazione. In questo modo abbiamo ovviato ai problemi strutturali delle portiere di cui sopra.

Vista la necessità di Amorino di mantenere utilizzabile il piccolo baule per caricare le attrezzature necessarie per svolgere il suo lavoro, per il subwoofer abbiamo deciso di installare il Kicker TCompRT 10 4 che grazie al suo ridotto spessore ed alla faccia posteriore verticale, ha trovato posto a ridosso della fiancata sinistra, rubando al vano di carico lo spazio equivalente ad una 24 ore.

Amorino, però, è un appassionato utente di alcuni servizi di streaming musicale ed utilizza molto il suo smartphone come contenitore della sua musica preferita, per cui abbiamo installato il modulo bluetooth Mosconi MOS BTS che permette lo streaming diretto dallo smartphone al DSP, bypassando così la sorgente originale e scongiurando le sue negative alterazioni qualitative sul segnale audio.

Abbiamo anche previsto l'installazione del controller remoto Mosconi DSP RC MINI, che fornisce le funzioni di controllo del volume generale, del livello del subwoofer e permette di switchare tra le 4 diverse memorie di taratura di cui il DSP è dotato. Nello specifico abbiamo previsto una taratura ottimizzata per la sorgente originale ed una per lo streaming dello smartphone, lasciando le rimanenti 2 per eventuali sviluppi futuri.

Purtroppo la resa sonora con la sorgente originale rimane un po' mortificata, dato che essa è dotata solamente di lettore USB tramite il quale è possibile eseguire la lettura dei soli files compressi, precludendo la lettura di files lossles. Per questo motivo abiamo ricercato di focalizzare la messa a punto sulla correttezza timbrica e sulla messa a fuoco dell'immagine sonora (per quanto possibile, la compressione elimina la maggior parte delle informazioni spaziali).

Con lo streaming da smartphone le cose migliorano drasticamente, l'immagine si "apre" notevolmente sia in larghezza che in profondità. Con i files più curati in fase di conversione è possibile godere anche di un buon livello di dettaglio e messa a fuoco.

In ogni caso, il parametro che più convince di questo sistema è la linearità timbrica. Nessuna gamma sovrasta quelle adiacenti. In particolare, Amorino è stato colpito dalla compostezza dell'ultrabassa che risulta precisa, potenze, smorzata ed anche ben modulata, mai fuori luogo e ben allineata con l'emissione del fronte anteriore, a patto di utilizza i files "giusti".

0 articoli nel carrello


0,00 €Totale ordine:

VAI AL CARRELLO

  Avviso spedizioni

Tutti gli ordini in arrivo
verranno evasi

Lunedė 21 Agosto

DICONO DI NOI ...

Copertina ACS

AudioCarStereo

212  210  209  199  193