logo CENTRORADIO Snc (VE)

PRODUTTORI

PAGA SICURO

carte di pagamento

Mercedes CLA di Giorgio: upgrade dell'impianto audio originale.


Giorgio ha scelto con cura la sua nuova auto, una Mercedes CLA che rappresenta un formidabile esempio di come eleganza e sportività possano coesistere insieme. L'ha scelta con tutti gli optionals che desiderava, tra cui la sorgente originale dotata di navigatore satellitare.

Ben presto, come accade quasi sempre, Giorgio si rende conto che la resa dell'impianto audio non è per nulla all'altezza delle doti dinamiche della sua CLA. Ed ecco il motivo per cui Giorgio si è rivolto a noi, desiderava poter ascoltare al meglio la sua musica preferita (ha una predilezione per il rock, in particolare italiano) ma il suo timore era quello di dover modificare in qualche modo l'estetica dell'abitacolo della sua vettura, cosa che non intendeva fare per nessun motivo al mondo.

L'unica concessione che era disposto a fare era quella di dedicare un po' di spazio del baule per accogliere un subwoofer di buone prestazioni, soprattutto nell'ottica di accontentare il suo giovane figlio che ama, invece, generi musicali con un discreto impatto sonoro in gamma bassa.

Dopo aver analizzato insieme le caratteristiche delle strutture e dell'elettronica della vettura, abbiamo convenuto di mettere come cuore e cervello, allo stesso tempo, del suo nuovo impianto hi-fi l'amplificatore Mosconi D2 100.4DSP, che in virtù delle sue incredibili (ridotte) dimensioni avrebbe potuto trovare facilmente un posizionamento in qualche angolo nascosto ed inutilizzto della vettura.

Il suo potente DSP integrato, invece, si sarebbe rivelato fondamentale per poter gestire al meglio il segnale ad alto livello fornito dalla sorgente originale. Grazie ad esso abbiamo potuto così "domare" la risposta in frequenza che veniva alterata sia dal particolare abitacolo che dalla curva di equalizzazione pre-impostata di fabbrica della sorgente originale, abbiamo potuto filtrare correttamente in attivo il fronte anteriore ed il subwoofer, mentre il sistema di allineamento temporale ci ha permesso di ricostruire un'immagine sonora credibile e piuttosto stabile.

L'amplificatore è stato posizionato sotto al sedile, solidalmente ad esso, del passeggero anteriore. In questo modo abbiamo sfruttato al meglio il poco spazio non utilizzato offerto da questa berlina sportiva.

Con due canali del Mosconi abbiamo pilotato un fronte anterore costituito dal kit a 2 vie Gladen ZERO 165 che ha trovato posto in predisposizione, per il woofer abbiamo utilizzato un apposito adattatore mentre il tweeter ha trovato posto, con una piccola modifica, nel triangolino degli specchietti al posto del minuscolo componente originale. Da segnalare il completissimo crossover programmabile fornito nel kit che in installazioni come queste si è rivelato fondamentale per tarare il sistema a due vie con precisione ed in poco tempo.

I restanti due canali dell'amplificatore sono stati configurati a ponte per pilotare il subwoofer Hifonics ZR10BPi, un componente da 10" installato in un carico simmetrico che rende la sua resa sonora abbastanza indipendente dal volume di carico in cui viene inserito, caratteristica che ci aiuta non poco nell'ottenere una buona prestazione su una vettura a 3 volumi come la CLA.

Per rendere più versatile il sistema, abbiamo installato il modulo bluetooth Mosconi MOS_BTM che permette di interfacciare il DSP di bordo con uno smartphone Android, grazie ad un'apposita App, tramite il quale è possibile gestire il volume generale, il livello del subwoofer, il bilanciamento ed è possibile richiamare le quattro memorie del processore, il tutto senza avere controller o amennicoli vari da posizionare da qualche parte in abitacolo.

Per l'ascolto, questa volta, iniziamo con un brano tratto dalla collezione di Giorgio: "Non è tempo per noi" di Ligabue, tratto dall'omonimo album.

Qui la registrazione poco "ruffiana" che ancora si usava nei primi anni '90 ci permette di far assaggiare a Giorgio di che pasta è fatto il suo nuovo impianto hi-fi. Le chitarre aprono il brano con una limpidezza che fa subito sorridere Giorgio che non trattiene un "queste cose prima non si sentivano", quando il Liga parte "Ci ha concesso solo una vita..." e la sua voce roca si posiziona al centro del cruscotto, è quasi un peccato che sllo schermo non ci sia la sua immagine. L'attacco di batteria è repentino e dinamico e strappa una smorfia di approvazione sul viso di Giorgio.

Passiamo al consueto "Private Investigations" dei Dire Straits, più precisamente focalizziamo l'attenzione su "Brothers in arms". Uno dei timori di Giorgio era di non riuscire ad ottenere una gamma ultra-bassa all'altezza delle sue aspettative, ed il basso elettrico di John Illsley in questo brado è protagonista assoluto e ci aiuta a fugare ogni dubbio del nostro cliente.

A questo punto diamo un po' di soddisfazione anche al figlio di Giorgio (fin'ora rimasto seduto pazientemente sul divanetto posteriore) ed inseriamo nel lettore "Papete" numero qualcoa... la sorpresa di scoprire che il loro nuovo impianto non solo suona alla grande ma che è anche estremamente divertente è riassunta dai sorrisi che papà e figlio si scambiano guardandosi dritti negli occhi!

 

0 articoli nel carrello


0,00 €Totale ordine:

VAI AL CARRELLO

DICONO DI NOI ...

Copertina ACS

AudioCarStereo

212  210  209  199  193