logo CENTRORADIO Snc (VE)

PRODUTTORI

PAGA SICURO

carte di pagamento

Renault Clio III di Denis


La storia di Denis e quella della sua Renault Clio III è fatta di passione per la musica (Denis amatorialmente si diverte a fare anche il DJ) e di "occasioni mancate"...

La passione per la musica in auto di Denis inizia quasi da autodidatta, infatti il nostro amico si cimenta autonomamente nell'installazione del suo primo impianto con le ambizioni di partecipare a qualche competizione car audio. Raccoglie informazioni sulla rete, chiede consiglio a qualche amico ed alla fine realizza un semplice impianto 2 vie + sub che per lui rappresenta fonte di orgoglio, nasce tutto dalle sue mani... Denis comincia a partecipare al trofeo Triveneto One Car ma ben presto si rende conto che il suo impiantino, per quanto sia soddisfacente per le sue necessità, non può essere competitivo in campo gara.

Denis allora cerca di capire, soprattutto cerca di imparare quali caratteristiche deve avere un impianto hi-fi car vincente e si rende conto che le sue forze non sono sufficienti, ha bisogno di affidarsi ad un installatore professionista... e questo è già un primo segno di evoluzione del nostro amico. Putroppo Denis abita in una zona, la provincia di Rovigo, dove questa figura professionale scarseggia e con un po'di pazienza trova un installatore dai trascorsi "da garista" il quale conquista la fiducia di Denis che di conseguenza gli affida il totale rifacimento del suo impianto audio. Il risultato si traduce in un nuovo sistema a 2 vie + sub realizzato con componenti tutto sommato non banali, ma il progetto utilizzato risulta ormai superato e non all'altezza degli attuali standard del sound quality e Denis si trova ancora a frequentare le posizioni basse della classifica.

Bisogna dare atto a Denis di una grande perseveranza, non demorde ed insiste nel voler imparare, coglie tutte le occasioni per ascoltare le migliori auto nei campi gara, cerca di aumentare la sua esperienza d'ascolto anche ascoltando musica dal vivo... ed alla fine capisce che effettivamente anche questo suo secondo impianto non è in grado di dargli soddisfazione.

La decisione di affidarci la sua Clio per l'ennesimo rifacimento dell'impianto hi-fi è arrivata solo dopo intensi colloqui, discussioni, stesure di preventivi ed ipotesi di progetto... abbiamo tenuto duro entrambi, sapendo che alla fine qualcosa di buono ne sarebbe uscito fuori!

Il risultato di questa intensa fase di pre-lavorazione si tramuta in quello che può sembrare un "banale" sistema 2 vie più sub, ma un'attenta analisi del progetto rende evidente che così in effeti non è...

Per prima cosa abbiamo mantenuto la sorgente ed il processore del vecchio impianto, non ravvisando i motivi per una sostituzione, si tratta della musicalissima accoppiata Pioneer DEX-P90RS + DEQ-P90.

Il fronte anteriore è costituito da una coppia di tweeter Helix C1T ed una coppia di woofer Helix C6B, i quali vengono pilotati attivamente dal finale a 4 canali Helix A4. I tweeter hanno trovato posto sui triangolini degli specchietti retrovisori ricostruiti in resina per l'occasione, mentre i woofer hanno trovato posto (temporaneamente) nelle tasche artigianali ereditate dalla precedente installazione, anche se non sono risultate il massimo in fatto di orientamento...

Come subwoofer la scelta è caduta su una coppia di Helix P 12W, la quale lavora in una cassa chiusa dal volume abbastanza contenuto che all'occorrenza può essere ricondotta ad un bass reflex semplicemente rimuovendo il tappo del condotto. Questa particolarità è dovuta alla voglia di Denis di potersi godere la "sua" musica (ricordo che fa anche il DJ) con un po'di grinta in più.

A pilotare i due altoparlanti da 12" è chiamato l'Helix SPXL 1000, che non si fa certo intimorire del pilotaggio in parallelo dei due sub.

Su questo impianto abbiamo posto particolare attenzione alla sezione di alimentazione. Per prima cosa abbiamo dotato la vettura di una batteria HPS 800, che grazie alla tecnologia AGM permette di garantire una capacità di 75 Ah e ben 800 A di spunto mantenendo l'ingombro di una batteria standard da 55 Ah. Se per un impianto "normale" questo sarebbe risultato sufficiente, per la Clio di Denis abbiamo pensato che non lo fosse abbastanza... abbiamo quindi deciso di utilizzare quel gioiellino di tecnologia che è l'Helix Power Station XXL, in grado di fornire una tensione stabilizzata elevabile fino a 15 Volt con una capacità di erogazione in corrente che arriva fino a 200 A. A coaudiuvare l'azione di questo stabilizzatore di tensione abbiamo installato due condensatori da 1 Farad Helix CAP 1000, uno a monte ed uno a valle della Power Station.

I finali utilizzati hanno trovato posto nei fianchetti laterali del baule appositamente ricostruiti, mentre tutti gli accessori d'alimentazione, compresa la Power Station, ed il DSP hanno trovato posto nel doppio fondo, realizzato in modo da fungere anche da base di supporto per le altre strutture, subwoofer compreso. Un sistema di aerazione forzata preleva aria dall'interno del fianchetto sinitro e la diffonde all'interno del doppio fondo per poi aspirarla da questo vano e riversarla all'interno del fianchetto destro.

Nonostante il doveroso periodo di rodaggio che dovrà trascorrere, il nuovo impianto hi-fi di Denis ha sfoderato immediatamente una gran classe, l'immagine sonora (che prima risultava schiacciata al centro del cruscotto risulta ben dimensionata nelle sue tre dimensioni, in larghezza sembra quasi oltrepassare i limiti fisici dell'abitacolo così come lo sviluppo in pofondità risulta proporzionato e si estende quasi oltre il parabrezza. Solamente in altezza possiamo riscontrare qualche limite, non tanto in estensione ma quanto in "centratura", infatti al centro della scena il centro verticale della scena risulta a volte leggermente più basso dell'ideale... quasi a formare la curvatura di un arcobaleno al contrario... limite questo imputabile principalmente al non corretto orientamento dei woofer, facilmente ovviabile rivedendo le tasche che li accolgono. Timbricamente la performance è davvero lusinghiera, le alte sfoderano un'estensione davvero notevole per un tweeter dotato di una risonanza così bassa, in gamma media troviamo la piacevole sorpresa di avere un trattamento paritario tra voci maschili e femminili a testimonianza che l'incrocio tra le due vie non comporta alcuna limitazione, in gamma medio-bassa e bassa il lavoro del woofer si rivela egregio senza alcuna sbavatura e con un controllo encomiabile. La gamma ultrabassa si rivela potente e rocciosa quando richiesto dall'incisione ma sa essere anche composta e gentile quando serve, l'amalgama con la bassa avviene molto naturalmente e non è avvertibile il posizionamento del subwoofer. Va detto che se si passa alla configurazione reflex le cose cambiano... e molto! Il sub diventa prepotente e tende a calcare la mano, proprio come piace a Denis quando ascolta la "sua" musica".

 

Dobbiamo ringraziare Denis per la "perseverante testardaggine" con cui ha inseguito il suo sogno, ma soprattutto per l'infinita pazienza che ha dimostrato nell'attendere che si avverasse fino in fondo!

La gran classe di questo sistema è stata certificata ufficialmente dalla conquista del 2° posto in categoria P1 alla sua prima discesa in campo, ancora in pieno rodaggio, in occasione della tappa ONE CAR svoltasi nel contesto della 48a Fiera dell'Elettronica e dell'Hi-Fi di Pordenone.

0 articoli nel carrello


0,00 €Totale ordine:

VAI AL CARRELLO

DICONO DI NOI ...

Copertina ACS

AudioCarStereo

212  210  209  199  193