logo CENTRORADIO Snc (VE)

PAGA SICURO

carte di pagamento

Alfa Romeo 159 SW di Stefano: upgrade impianto audio originale.


A Stefano piaceva moltissimo ascoltare musica nella sua precedente auto, una 156, e spesso non si accontentava del tempo trascoso alla sua guida ma ogni tanto prolungava i suoi ascolti anche in garage... infatti aveva dotato la sua 156 station wagon di un buon sistema hi-fi che gli dava immense soddisfazioni.

Quando Stefano ha deciso di sostituire la sua vettura con una nuova Alfa Romeo 159 station wagon è stato praticamente obbligato a sceglierla già dotata di sistema di navigazione originale, manco a dirlo fin dal primo ascolto ha capito immediatamente che alle doti dinamiche della 159 non corrispondeva un altrettanto dinamico comportamento dell'impianto audio originale.

Ecco che il nostro appassionato si mette in contatto con il nostro staff per concordare un intervento che abbia come obiettivo quello di migliorare sensibilmente la resa sonora della sua 159 ma che al contempo risulti assolutamente invisibile e soprattutto che mantenga al suo posto la sorgente originale.

Dopo un'approfondita fase di analisi abbiamo concordato che il cuore del suo nuovo impianto doveva essere il nuovo Match PP-82DSP, che con i suoi 8 canali "liberi" da 55 Wrms su 4 ohm più 2 canali preamplificati sempre "liberi" e tutti asserviti al potente DSP di bordo stuzzicava mille idee su cosa si poteva fare con questo gioiellino di tecnologia.

Le dimensioni lillipuziane di questo DSP/amplificatore ci hanno permesso di dedicargli come sistemazione il piccolo vano porta oggetti presente sul fianco sinistro del baule, occultandolo facilmente alla vista.

Per ora abbiamo concordato di implementare una configurazione tradizionale, utilizzando 4 canali per pilotare i due fronti, anteriore e posteriore, ed i rimanenti 4 per pilotare la sezione subwoofer.

Entrambi i fronti originali sono stati sostituiti con il kit a 2 vie Helix E 62C, il quale trova agevolmente posto nelle predisposizioni dell'Alfa senza comportare alcuna modifica estetica.

Per la sezione subwoofer Stefano ci ha concesso qualche centimetro cubo in più del previsto nel suo bagagliaio, trovando così posto per il Match PP-10E.

Alla prova d'ascolto il carattere di questo nuovo impianto risulta immediatamente e finalmente, allineato con l'indole dinamica della pantera di Arese. Facciamo sentire a Stefano i primi vagiti del suo nuovo impianto inserendo nel lettore "Private Investigations" dei Dire Straits, ed iniziamo con la traccia 3 "Romeo and Juliet"... il primo arpeggio di chitarra, posizionata a destra sul palcoscenico, strappa subito un sorriso a Stefano, che senza accorgersene chiude gli occhi per gustarsi il momento fino in fondo. Il successivo inserimento della seconda chitarra a sinistra prepara Stefano allo stupore che di li a poco avrebbe provato nel sentire Mark Knopfler, con la sua voce roca e profonda, stagliarsi al centro del suo cruscotto, pardon... al centro della sua nuova scena sonora! Passando poi alla traccia 7 "Brothers in arms", ed attendendo con ansia quei 2 minuti di intro, diamo una dimostrazione della rocciosità della nuova gamma bassa ed ultrabassa grazie al basso magistrale di Illsley.

Passando alle voci femminili il CD "Flowers" di Fabiana Martone scivola giù come un sorso d'acqua fresca, mentre l'interpretazione di Cristina Sartori di "Love Town" di Peter Gabriel tratto dall'ultima fatica della cantante veneta "Illegal Love" fa gridare al miracolo Stefano... le percussioni di Massimiliano Truzza vengono riprodotte con una veemenza impossibile per l'impianto originale da cui siamo partiti, mentre la "metallicità" della chitarra di Enrico Santacatterina ed il suo modo potente di suonarla impressionano davvero... specialmente se ci si ricorda anche per solo un attimo che quella che sta "suonando" è la sorgente originale!

Vorremmo ringraziare Stefano per la fiducia incondizionata che ha riposto in noi nonostante non ci conoscesse prima, che l'ha spinto a percorrerere tutto sommato non poca strada (Stefano è di Trento) per affidarci la sua amatissima pantera. La passione che ha dimostrato per il car-audio, anche in questa nuova ed inconsueta veste, è stata di un livello difficilissimo da riscontrare negli ultimi tempi, possiamo affermare che conoscere Stefano è stata una di quelle esperienze che ripagano di tutti gli sforzi che ogni giorno dobbiamo sopportare per resistere in questo bistrattato settore!


Adriano Milanese

Per effettuare la ricerca di un articolo, inserire la marca o il modello anche in modo parziale ...

0 articoli nel carrello


0,00 €Totale ordine:

VAI AL CARRELLO

DICONO DI NOI ...

Copertina ACS

AudioCarStereo

212  210  209  199  193